Come guadagnare con Youtube: tecniche e strategie vincenti

YouTube, il più grande sito di video al mondo, può essere una buona forma di guadagno. Sul come fare a realizzare tale guadagno è abbastanza semplice farsi un’idea: basta far comparire una pubblicità prima che il video cominci.
Per far si che compaiano questi banner pubblicitari è necessario essere partner di YouTube, e per diventarlo è necessario affiliarsi al sito attraverso il programma YouTube Partner Program, che oltre all’affiliazione permette anche la personalizzazione del proprio canale YouTube e, per l’appunto, di inserire banner pubblicitari nei video che si mettono in rete.

Sembrerebbe tutto facile se non fosse che l’affiliazione, per essere accettata, necessita di requisiti minimi: nello specifico viene richiesto di aver già inserito video sul sito e che questi abbiano avuto già un minimo di visualizzazioni. Insomma non è certo possibile improvvisarsi.

 

COME PAGA YOUTUBE
Il criterio con cui YouTube paga i video è denominato CPM, acronimo di costo per mille impressioni, il nome stesso dice tutto su tale criterio: ogni 1000 visualizzazioni viene monetizzata la pubblicità apparsa sul video. Il prezzo di tale pagamento dipende molto dal tipo di pubblicità che compare, ad ogni buon conto si può dire che il prezzo medio pagato ogni mille visualizzazioni del video postato si attesta tra i 4 ed i 7 euro lordi.

Per guadagnare e continuare a farlo è necessario che l’utente affiliato non violi in alcun modo il copyright e le norme di comportamento accettate al momento della richiesta di affiliazione.
I pagamenti dei guadagni realizzati avvengono esclusivamente attraverso il servizio pubblicitario di Google, denominato Adsense. Occorre pertanto registrarsi a tale servizio e fornire le proprie credenziali. Al raggiungimento della soglia minima di pagamento prevista da Adsense, pari a 70 euro, si può ricevere il pagamento degli introiti pubblicitari.

Va detto che vivere di introiti pubblicitari è davvero molto difficile, inoltre è utile sottolineare che i grandi canali YouTube, che realizzano introiti di migliaia e migliaia di euro con milioni di visualizzazioni, non utilizzano la stessa procedura, bensì si collegano a partner esterni che fanno da intermediari con il sito di video e gestiscono direttamente la pubblicità.

 

COME PROMUOVERE UN VIDEO SU YOUTUBE
A questo punto tutti possiamo capire che il nodo per realizzare guadagni accettabili sta tutto nel riuscire a pubblicizzare e promuovere il video inserito su YouTube con l’intento di farlo aprire e visualizzare da quanti più utenti possibile.
La prima mossa da fare è dare al video un titolo chiaro, facilmente comprensibile e che esprima già in maniera univoca il contenuto del video: in tal senso ci corre in soccorso l’estensione google trend, che mostra le parole più cercate in rete.

Altrettanto importante è promuovere il video su siti e blog inerenti l’argomento del video stesso attraverso link dedicati.
Infine non va sottovalutata la potenza commerciale dei social network, primo fra tutti Facebook, dove si può inserire un link che rimandi alla pagina YouTube del video, inserendolo sia sulla pagina del proprio profilo sia sul profilo dei gruppi di cui si fa parte.

Post A Reply